AIROLA – La solidarietà post alluvione

ZuccheIn attesa che il Governo riconosca lo stato di emergenza nazionale, in seguito all’alluvione che ha colpito la città di Benevento e la sua provincia, vogliamo accendere un faro sulla grande rete di solidarietà.

Per far fronte all’emergenza post-alluvione, che ha sommerso il Sannio di acqua e fango, un grande gesto di solidarietà giunge infatti anche da Airola: le comunità parrocchiali di San Giorgio Martire e di San Lorenzo Martire, raccolte nella monumentale chiesa della SS. Annunziata; le parrocchie di San Donato Martire e San Giovanni Battista ai Portisi riunite in San Domenico; la parrocchia di San Michele Arcangelo a Serpentara; i Frati Minori di San Pasquale; le Sorelle Clarisse; l’Ordine Francescano Secolare e la Gioventù Francescana, con sensibilità e generosità hanno organizzato immediatamente, dopo quel “triste giorno”, una raccolta di viveri e generi di prima necessità, consegnati poi alla Caritas Diocesana e alla Croce Rossa Italiana Comitato Provinciale di Benevento.

La solidarietà e la partecipazione, da parte della popolazione del centro caudino, è stata grandissima, oltre a sostenerli con la preghiera hanno donato alimenti e generi per la pulizia della casa a coloro che stanno vivendo il disagio a seguito dell’alluvione.

La Protezione Civile di Airola, dal canto suo, ha reso poi possibile il trasporto, presso le sedi prestabilite, di tutto il materiale raccolto.

Inoltre, per venire incontro alle necessità delle comunità colpite, è stata organizzata nella giornata di domenica 25 ottobre, a piazza San Michele, dalla parrocchia di San Michele Arcangelo a Serpentara, una raccolta di fondi con la vendita, ad offerta libera, delle “Zucche della Solidarietà”, perché, come recitava lo slogan, le zucche non sono solo il simbolo vuoto di tradizioni che non ci appartengono.

Adesso inizia la seconda fase, come afferma la Caritas Diocesana di Benevento, in quanto non occorre più donare vestiario o cibo ma è necessario pensare al ritorno alla vita normale delle famiglie alluvionate. Per questa ragione la Caritas beneventana, ha iniziato ad ascoltare le numerose necessitàdelle persone colpite dall’alluvione e ha istituito un fondo straordinario per l’emergenza alluvione nel Sannio, potendo partecipare sia con denaro contante, che con versamento su conto corrente bancario le cui coordinate sono: Caritas Diocesana di Benevento – c/c Banca Popolare Etica IT03A0501803400000000160288 – Causale: Emergenza alluvione provincia di Benevento.

Speriamo che questa grande solidarietà possa in qualche modo servire far ritornare il sorriso sui volti di quanti purtroppo hanno vissuto questa terribile esperienza.

Un piccolo raggio di sole in un cielo purtroppo oscurato dall’alluvione!

ETTORE RUGGIERO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.