AIROLA. Giuseppe Cerni sindaco a 79 anni

Giuseppe Cerni - CopiaIn occasione dell’inaugurazione della sede del Partito Democristiano ad Airola, che avvenne nel marzo del 1945, a cui parteciparono circa ottocento persone, tra l’altro durante una fitta nevicata, l’avv. Virgilio Esposito, esponente del Partito Democristiano, presentò, quale futuro candidato a Sindaco della Città di Airola, il medico chirurgo dott. Giuseppe Cerni.

Si votò domenica 10 marzo 1946 e due furono le liste che si presentarono: una capeggiata da Giuseppe Cerni, con il simbolo della Democrazia Cristiana e l’altra capeggiata da Domenico Lamberti, esponente del Partito Liberale Italiano.

Le elezioni furono vinte dalla lista capeggiata dal dott. Cerni e il giorno 19 marzo 1946, presieduto dal Commissario Prefettizio per la straordinaria amministrazione del Comune di Airola dott. Guido Vitale, si riunì il Consiglio Comunale per il nuovo insediamento. In tale occasione, fu eletto Sindaco il dott. Cerni, di anni 79,  con 15 voti a favore e 5 schede bianche;  furono eletti assessori effettivi: Tiberio D’Agostino; Pietro Cantone, eletto inizialmente nelle liste della D.C. per poi diventare uno dei maggiori esponenti  del Partito Comunista locale; Francesco De Sanctis; Giovanni Cieri e gli assessori supplenti Michele Di Cuozzo e Giovanni Perrotta. Nella lista della D.C. fu eletta anche una donna, la signora Giulia Montella che ha retto per diversi anni (dal 1949 al 1968) le sorti dell’ECA (Ente Comunale di Assistenza).

Giuseppe Cerni che ricoprì la carica di primo cittadino di Airola dal 19 marzo 1946 al 18 marzo 1950, trasmise ai figli i più alti valori di giustizia, lealtà e impegno sociale. La primogenita fu Gemma, madre del compianto On. Michele Abbate, sempre vivo nei nostri ricordi; secondo Felice che ha continuato per molti anni ad onorare il buon nome della famiglia; il Notaio Felice Cerni è infatti Eletto Consigliere Provinciale di Benevento (turno suppletivo) nel 1957. Dal 1960 al 1964, nella Giunta Saponaro, ricopre la carica di assessore provinciale. Il 16 settembre 1968 è proclamato nuovamente Consigliere Provinciale, in seguito alla scomparsa del Presidente Pasquale Saponaro; terza Marietta; quarta Minuccia (Filomena) morta nel 1946 in concetto di Santita; quinta Teresa.

Cerni si mobilitò sempre per il bene della cittadina; da subito dimostrò un vero interesse per la Città di Airola tentando di risolvere, tra mille difficoltà, le molteplici problematiche che derivavano dalle disastrose conseguenze della guerra. Non si limitò solo a questo, abbiamo detto che era un medico, una persona colta che tenne molto a cuore quindi il problema dell’istruzione, infatti come risulta da un manifesto del 24 agosto 1946, profuse tutto il suo impegno affinché la Scuola Ginnasio-Liceo di Airola fosse conservata sul nostro territorio e resa autonoma definitivamente.

Il Sindaco Cerni restò pochi anni in carica, le malferme condizioni di salute lo costrinsero presto alle dimissioni. Morì il 28 febbraio del 1951 a 84 anni.

Successivamente il Prefetto Dott. Girolamo de Sena nominò, per la straordinaria amministrazione del Comune, il Commissario Prefettizio Dott. Raffaele Scognamiglio.

ETTORE RUGGIERO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.