Concorso di scrittura Don Peppe Diana Significativo intervento di Mons. Battaglia

Alla presenza di un nutrito e attento pubblico, venerdì 23 giugno nel Salone del Convento di S. Pasquale, ha avuto luogo la giornata conclusiva della sesta edizione del Corso Concorso di scrittura dedicato a “Don Peppe Diana” promosso dal Comitato Corso Caudino “S. Pasquale”, con il patrocinato del Comune di Airola, della Provincia Francescana del Sannio e dell’Irpinia, della Pro Loco, dell’ept di Benevento e della UISP sport per tutti.
Il Comitato ha dedicato quest’anno il Concorso di scrittura al tema: “Le Scritture e la Costituzione ci invitano ad amare la Madre terra”, una riflessione sul nono articolo della Costituzione “La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”. Un modo questo per sensibilizzare le nuove generazioni al rispetto del paesaggio artistico e naturale in seguito ai numerosi scempi e disastri ambientali causati dall’uomo.
Anche quest’anno, il 19 marzo scorso, numerosi sono stati i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado, non solo della provincia di Benevento, che hanno affrontando la prova concorsuale scegliendo, come sempre, autonomamente la tipologia testuale (lettera, racconto, tema tradizionale). Non a caso viene scelta la data del 19 marzo per lo svolgimento dell’elaborato, in quanto proprio il 19 marzo del 1994, Don Peppe Diana, sacerdote campano, veniva brutalmente ammazzato a Casal di Principe, nella sua chiesa, a colpi di pistola, mentre si apprestava a celebrare la santa messa.
Assassinato dalla camorra per il suo impegno antimafia.
Il progetto di così alto valore civile e culturale, ideato dalla Prof.ssa Filomena Ruggiero socia del Comitato organizzatore, nasce proprio dalla volontà di non dimenticare l’uccisione di Don Peppino Diana. Quest’anno la serata conclusiva, del concorso di scrittura, si è arricchita della presenza di Don Mimmo, come ama farsi chiamare, S. E. Mons. Domenico Battaglia, Vescovo della Diocesi di Cerreto Sannita di Telese e Sant’Agata de’ Goti, vero e autentico discepolo di Don Tonino Bello. Il Vescovo ha regalato ai tanti presenti un prezioso contributo di riflessione non solo sulla figura di Don Peppe Diana ma anche sulla giustizia e sulla legalità temi cari alla finalità del progetto.
Hanno preso parte, alla giornata di premiazione degli elaborati, il Presidente del Comitato Corso Caudino “San Pasquale”, Domenico Ruggiero, Fra Izaìas Rosa Da Silva, Guardiano del Convento di San Pasquale, il Sindaco di Airola Michele Napoletano, il Preside Nicola Viola, Dirigente Scolastico e membro della Commissione esaminatrice del Concorso di scrittura e il molto reverendo padre Antonio Tremigliozzi, provinciale dei Frati Minori del Sannio e dell’Irpinia. A moderare i lavori Ettore Ruggiero, presidente della Pro Loco di Airola.
Le letture e le musiche sono state curate dell’Acli Arte Spettacolo Progetto Musica e la voce è stata quella del prof. Angelo Maiello accompagnato dalla chitarra del M° Roberto Melisi.
Nel corso della serata sono stati premiati Rossella Cassone (terza classificata), studentessa dell’Istituto Comprensivo Statale “L. Milani” di Caivano; Paola Borriello (seconda classificata) proveniente dall’Istituto Comprensivo “L. Vanvitelli”, plesso di Arpaia; Maria Bianca Lanna (prima classificata) studentessa della Scuola Media “Milani” di Caivano.
La presidente prof.ssa Velia Cerni e tutti i componenti della commissione esaminatrice composta dal preside Nicola Viola, dalla prof.ssa Giovanna Maglione, da Padre Roberto D’Orazio e dal prof. Antonio Vassallo hanno svolto un lavoro attento e scrupoloso in quanto gli elaborati erano tutti attinenti al tema e ben articolati.
Il progetto è dedicato interamente ai giovani, al quale è affidato il compito di costruire una società e un mondo migliore.

ETTORE RUGGIERO

Estratto da Realtà Sannita – Quindicinale d’Informazione e Discussione n. 12 – 1 – 15 luglio 2017, p. 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.