PROLOGO – “AEROLA LA MIA AIROLA

Una passione travolgente per la storia di Airola caratterizza da sempre la personalità di Giuseppe Falzarano, uno studioso del nostro territorio, ma soprattutto un grande amico.

Chi ama Airola non può esimersi dal leggere questo lavoro, redatto con scrupolo documentaristico e testimonianze dirette dei cittadini; già il titolo del libro stimola immediatamente l’interesse del lettore.

L’autore ricostruisce meticolosamente la realtà storica e culturale di Airola, suo paese natale, descrivendolo dal punto di vista storico, artistico e antropologico con la tenacia di un’investigatore attento mostrando, in ogni pagina, un amore sconfinato per tutti i luoghi e tutte le persone della sua terra.

Il libro è diviso in due parti, il racconto di uno spaccato di Airola che porta indietro nel tempo, un ritorno nostalgico al passato, ricco di personaggi, a volte tristi, a volte allegri e un approfondimento storico degli argomenti trattati, attraverso ricche citazioni e un cospicuo corredo fotografico.

L’autore, inoltre,  nelle pagine del testo riscopre i tanti mestieri ormai scomparsi, modi di fare ormai incomprensibili, attività commerciali dislocate in diversi luoghi della città esistenti solo nei ricordi, personaggi ed eventi che si sono tramandati negli anni assumendo sempre di più un valore antropologico.

Nella parte descrittiva dei beni storico-artistici si ha una vera e propria istantanea della situazione attuale, con una attenta descrizione dei particolari aggiungendo, alla già considerevole ricerca storica fatta in passato da altri studiosi, una scrupolosa indagine di elementi nuovi che hanno lo scopo di garantire prova sicura delle nutrite date comprovanti la realizzazione di un manufatto.

Il testo, che nasce dall’osservazione della realtà passata, giunge a sintetizzare la storia e la personalità di tante persone che si sono succedute nel tempo, in un elenco tanto semplice quanto articolato e capace di suscitare profonde riflessioni ed infinite emozioni in chiunque lo legga.

Ritrovo nelle righe di questo lavoro molte persone a me molto care, primo fra tutti mio padre Carlo Ruggiero che istituì la prima Cartolibreria ad Airola al corso Giuseppe Montella; e ancora mio suocero Mimì Romano, Sindaco della nostra città per oltre venti anni e poi, tante, tante altre persone che hanno lasciato nei nostri cuori ricordi indelebili.

Desidero infine ringraziare di cuore l’autore per la stima che nutre nei miei confronti e per avermi invitato a scrivere il Prologo di questa sua prima opera lungamente meditata.

Grazie infinite e complimenti Giuseppe per il tuo prezioso contributo.

ETTORE RUGGIERO

Estratto dal libro “AEROLA – La mia Airola” di Giuseppe Falzarano, San Giorgio del Sannio (BN),  marzo 2017.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.