AIROLA. Il Giardino Segreto tra i parchi più belli d’Italia

Gianni

Arch. Giovanni Ianniello

Ad Airola, in provincia di Benevento nel cuore della Valle Caudina, sorge Il Giardino Segreto, incantevole Parco didattico botanico-zoologico con giardini meravigliosi e una vasta specie di animali rari. Nel Parco sono state create diverse tipologie di giardini, da quello all’inglese a quello giapponese e cinese; da quello tropicale a quello di cactacee e succulente, fino alla realizzazione del giardino australiano, unico in Italia.
Il Giardino ospita più di 16mila piante provenienti da tutto il mondo e quasi 400 animali, di ogni razza ed ogni latitudine; qui tutta la natura è distribuita in piccoli luoghi da visitare uno per uno.
E’ un Giardino tematico in cui sono stati ricreati vari biotopi tipici dei diversi continenti del pianeta: si va dalla pampa sudamericana, all’outback australiano, dall’africa nera, alla steppa asiatica.
Insomma è l’unico posto in Italia dove la flora e la fauna convivono così come in natura.
2Organizzato scrupolosamente, con percorsi tematici e tanto materiale informativo a disposizione, Il Giardino Segreto da l’opportunità, ai tanti visitatori, di riflettere sulle meraviglie che madre natura offre; varcare i cancelli del Parco significa entrare in un’altra dimensione dove, le incredibili coreografie naturali rendono suggestivo tutto il percorso.

Cortesia e competenza fanno il resto.

L’ideatore di questo Paradiso è l’architetto paesaggista Giovanni Ianniello che ha iniziato a progettare il Parco, circa diciassette anni fa, lo ha sempre considerato una forma di espressione e un punto d’incontro del suo amore per l’arte e per la natura; e oggi, Il Giardino Segreto è sicuramente una forma d’arte.

In Campania tra le numerose località da scoprire e da apprezzare, per le straordinarie attrazioni storiche, artistiche e naturali, si colloca a pieno titolo la Città di Airola, con le sue numerose bellezze storico artistiche quali: la Chiesa della SS. Annunziata con la preziosa Cappella De Mura custodita al suo interno; il Monastero dei Padri Passionisti su Monteoliveto insieme alla Chiesa seicentesca di S. Gabriele e i preziosi affreschi della Chiesa Cluniacenze; il Convento dei Frati Francescani oltre ovviamente al Giardino Segreto, che insieme formano un intreccio straordinario di storia, arte, cultura e natura, a cui il turista non può e non deve rinunciare.

ETTORE RUGGIERO

“Realtà Sannita” Quindicinale D’Informazione e Discussione. 16 – 30 aprile 2016, n. 7.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.